L’Incubatore di Villaggio come fattore chiave per lo sviluppo rurale a Manshera - Pakistan

SETTORE D’INTERVENTO: Sviluppo Socioeconomico, Empowerment di Genere


AREA GEOGRAFICA: Asia, Pakistan, Quetta e Chaghi (Belucistan) e Manshera


BREVE DESCRIZIONE DEL PROGETTO: Il progetto intende contribuire al miglioramento dell’imprenditorialità locale tramite specifiche iniziative. Lo strumento principale è rappresentato dalla creazione di Incubatori di Villaggio – spazi aperti che ricoprono un ruolo fondamentale nella definizione di campagne di sensibilizzazione, iniziative locali, corsi di formazione professionale, seminari e servizi sociali rivolti alla popolazione locale, in particolare a donne e ragazze. L’obiettivo è quello di promuovere un ruolo attivo delle donne sul mercato del lavoro tramite la creazione di micro/piccole imprese sostenibili, autosufficienti e a valore aggiunto. Gli Incubatori di Villaggio adottano un approccio integrato allo sviluppo d’impresa tramite la fornitura di servizi quali: orientamento, formazione tecnica e in gestione d’impresa, consulenza e pianificazione d’impresa, sviluppo e design dei prodotti, marketing e promozione, accesso al microcredito. Gli Incubatori di Villaggio funzionano come fornitori di servizi, flessibili e dinamici, concentrandosi sul trasferimento di competenze, sulla creazione di idee imprenditoriali e sul design di nuovi prodotti. Essi creano inoltre una rete di rapporti con gli stakeholder di altre PMI e con la comunità locale. Altra azione fondamentale è la creazione di un Consorzio di Marketing, ente guida con il preciso obiettivo di aumentare le capacità di marketing delle PMI locali e le possibilità di sbocco sui mercati internazionali per i prodotti artigianali locali. Il Consorzio di Marketing, attraverso gli Incubatori di Villaggio, organizzerà inoltre campagne di sensibilizzazione su metodi di apprendimento, empowerment femminile, lavoro dignitoso e lotta al lavoro minorile.

OBIETTIVI: L’obiettivo generale è quello di contribuire alla riduzione della povertà tramite il rafforzamento di settori strategici. Per raggiungere questo scopo, il progetto intende: ● Contribuire al miglioramento della qualità di vita tra le comunità rurali nelle aree oggetto dell’intervento. ● Rafforzare le competenze di persone svantaggiate dal punto di vista educativo (in particolare donne e ragazze). ● Contribuire al rafforzamento del settore artigianale del mosaico attraverso la creazione di Incubatori di Villaggio e l’organizzazione di corsi formativi. ● Sostenere l’ingresso delle donne nel mercato del lavoro tramite la creazione e lo sviluppo di imprese a guida femminile, facilitando così l’accesso a nuove possibilità d’impiego. ● Contribuire all’incremento delle iniziative internazionali di marketing per la produzione pakistana di mosaici e onice, tramite la creazione e sviluppo di un Consorzio di Marketing.

ATTIVITÀ: 

  • Fornire risorse materiali ed umane agli Incubatori di Villaggio, attraverso la selezione di personale nazionale ed internazionale e l’acquisto e installazione di mobili e attrezzature.
  • Fornire assistenza tecnica in amministrazione di progetti, incubazione e promozione d’impresa, marketing e comunicazione, commercio equo e solidale.
  • Organizzare seminari e conferenze, produrre materiale didattico e di documentazione.
  • Organizzare campagne di sensibilizzazione per promuovere il concetto di imprenditorialità tra la popolazione rurale femminile e promuovere corsi di istruzione elementare per persone svantaggiate (in particolare donne e ragazze).
  • Rafforzare le capacità dei partner sociali e dei sistemi di amministrazione del lavoro per promuovere lavoro dignitoso, sicurezza sul posto di lavoro, lotta al lavoro minorile, uguaglianza di genere.
  • Offrire alla popolazione rurale femminile programmi di formazione imprenditoriale, di livello sia elementare che avanzato, su sviluppo e design di prodotti, pianificazione e consulenza aziendale, accesso al credito.
  • Offrire servizi di marketing: gli Incubatori di Villaggio – tramite i loro addetti al marketing – supporteranno la promozione e distribuzione di prodotti e servizi delle microimprese coinvolte.
  • Comunicazione e promozione delle imprese appoggiate dagli Incubatori di Villaggio tramite la creazione di una “immagine aziendale” per ogni impresa, con brochure, marchi e altri strumenti pubblicitari identificati dagli addetti al marketing e dai promoter locali.  
  • Selezione e formazione (gestita dall’Università per Stranieri di Siena, in collaborazione con le Università di Islamabad e Karachi) di esperti di marketing specializzati in innovazione, internazionalizzazione e gestione di prodotti artigianali.
  • Sostenere lo sviluppo/rafforzamento di meccanismi istituzionali per supportare la competitività sui mercati nazionali ed internazionali.
  • Aggiornamento e creazione di punti vendita.
  • Ideazione e creazione di contratti e collegamenti di marketing per appoggiare i canali di esportazione di onice e mosaici.
  • Partecipazione a fiere ed esposizioni.
  • Creazione e riconoscimento legale del marchio.

RISULTATI:

  • Tre Incubatori di Villaggio con strutture autosufficienti per lo sviluppo d’impresa (scuole di villaggio, corsi di formazione professionale e microcredito per le donne), creati.
  • Aumentata sensibilizzazione delle donne sullo sviluppo d’impresa: 750 donne educate in sviluppo d’impresa (250 a Quetta, 250 a Chaghi, 250 a Manshera).
  • Metodi di apprendimento per l’educazione elementare effettivamente aggiornati e resi disponibili per la popolazione nelle aree selezionate.
  • Servizi di formazione professionale forniti ad artigiani e artigiane: 350 artigiani formati, 50 imprese create.
  • Aumentata consapevolezza, tra la popolazione e gli stakeholder locali, su temi quali sicurezza sul lavoro, lavoro dignitoso, responsabilità sociale d’impresa.
  • 21 esperti in marketing formati su innovazione, internazionalizzazione e gestione della produzione artigianale.
  • Aumentata commerciabilità dei prodotti artigianali (mosaici e onice) grazie alla creazione del Consorzio di Marketing ed a una maggiore diversificazione/innovazione e integrazione nei mercati di sbocco.
  • Creazione del marchio di produzione “Child Labour Free”.

PARTNERSHIP: Capofila: IPALMO. Partner: Progetto Sud, PASDEC (Pakistan Stone Development Company), Università per Stranieri di Perugia.

PERIODO/DURATA: 36 mesi.

DONOR: Programma di riconversione del debito Italia - Pakistan

 

Primo piano

Progetto Sud parteciperà ad EXCO 2019
20 Marzo 2019

Progetto Sud parteciperà ad EXCO 2019

Progetto Sud parteciperà ad EXCO 2019, la prima edizione della Fiera sulla Cooperazione Internazionale allo Sviluppo che si terrà alla Fiera di Roma dal 15 al 17 Maggio 2019.

MESA Examples of transformation
22 Giugno 2018

MESA Examples of transformation

Il nostro case study contribuisce alla prima serie di casi studio che evidenziano il contributo dei membri di #SOLIDAR per promuovere lo sviluppo sostenibile e la giustizia sociale in Europa e al di fuori di essa, come promosso dall’Agenda 2030.